XXIV°  TROFEO    “  VALERIANI “   S. VINCENZO   18.05.’08

 

La penultima prova di selezione zonale Toscana ha visto al nastro di partenza 32 atleti  che sono stati convocati  presso la sede provvisoria del Circolo Arci Pesca  S. Vincenzo  nel porticciolo di Baratti .

La giornata , che non prometteva niente di buono per una continua pioggerellina che a tratti scaricava rovesci più consistenti , è iniziata con le classiche operazioni di iscrizione e consegna tesserini , assegnazione delle imbarcazioni e vestizione nell’ampio parcheggio che sovrasta il porticciolo di Baratti .

Tra le solite battute , previsioni e conteggi per la classifica finale alcuni atleti si dilettavano a riprendere , con piccole telecamere , le scene più indicative come quelle di molti concorrenti che , a turno , sparivano nella boscaglia muniti di carta igienica  .

La frase più significativa è stata quella detta , con espressione rilassata da un atleta uscendo dal bosco :” E’ più facile reggere un quintale sulle spalle che un etto nella pancia !!“.

Finite le operazioni di vestizione , gli atleti si sono spostati  sulle imbarcazioni che hanno preso il largo verso il centro del campo di gara .

Ben auguranti per l’esito della manifestazione sono stati i salti di alcuni delfini che ,fin dal primo mattino , si sono fatti ammirare nella baia antistante il porto

Alle ore 9,00 in punto il G.d.G . , il veterano Piero Lilla , ha dato il via e subito gli atleti si sono spostati a raggiera , alcuni verso terra in cerca di fondali meno impegnativi , altri verso S.Vincenzo mentre un gruppetto si è diretto , tornando indietro contro corrente , verso lo Stellino .

L’acqua opaca  permetteva una visibilità media di 8/9 metri che a tratti si riduceva ulteriormente quando il cielo plumbeo si oscurava per il passaggio di nubi più scure che lasciavano cadere avvisaglie di pioggia .

Ovviamente in queste condizioni le catture stentavano ad arrivare un po’ per la poca visibilità , un po’ per la risaputa penuria di pesce in condizioni di mare calmo , torbido e cielo buio .

Dopo le 11 ( oltre due ore dopo l’inizio della gara ) un leggero vento di ponente , nel volgere di pochi minuti , ha schiarito il cielo ed ha tirato fuori un caldo sole di fine primavera che ha reso la visibilità decisamente migliore con relative migliori catture .

Alle 11,45 è arrivata la notizia , tra l’incredulità generale , che la gara era stata sospesa perché  “qualcuno “ si era sentito male ; a malincuore , ma pensando che fosse stato un atleta  ad aver avuto un malessere , siamo risaliti sulle barche  ( mentre alcuni erano saliti prima ed altri ,non raggiunti dalla notizia , stavano ancora pescando ) .

Certamente gli umori di tutti i concorrenti si sono alterati quando si è saputo che a sentirsi male era stato il  dottore di gara e che , volendo tornare a terra , aveva lasciato la Direzione ed il GdG nel dilemma se far continuare o meno la competizione .

La scelta è stata di sospendere la gara anche se a terra , davanti all’attracco del porticciolo era pronta , con il personale addetto , un’autoambulanza cardiomobile .

E’ vero che la Circolare Normativa a pag. 8 Art. 14 ASSISTENZA E SICUREZZA  al punto 3 recita  : “ su una imbarcazione veloce dovrà trovarsi obbligatoriamente il medico di gara “ , ma al punto 4  dello stesso art. dice : a bordo di ogni imbarcazione di controllo dovrà trovarsi un sommozzatore possibilmente brevettato di 3° grado fornito di equipaggiamento completo . Nel caso di gare di Pesca in Apnea , in alternativa al sommozzatore , potrà essere utilizzato un pescatore in apnea e/o apneista purchè provvisto di brevetto o certificato federale .

Ora sappiamo tutti , e sfido chiunque ad affermare il contrario , che in nessuna gara di qualificazione sono mai presenti , sulle barche appoggio , più di due o tre fra sommozzatori e subacquei tesserati ( con l’attrezzatura necessaria ) e che diversi altri Articoli ed imposizioni della Circolare Normativa non sono rispettati da nessuna società né fatti rispettare da nessun Direttore né da nessun GdG .

La domanda perciò sorge spontanea  :”  Se alcune norme dichiarate ed evidenziate in grassetto nella Circolare Normativa vengono disattese addirittura prima che inizi una gara e durante tutto l’arco della competizione , è normale essere fiscali ( chiamando in causa la C. N. stessa )  e sospendere una prova ad un’ora dalla fine con il mare calmo e barche appoggio in numero più che sufficiente distribuite su tutto il campo in modo omogeneo ?

Rientrati a terra , ovviamente ci sono state molte lamentele anche perché la competizione è stata interrotta proprio quando le condizioni meteo-marine erano divenute ottimali e tutti speravano di migliorare il proprio carniere .

Ed è stato altrettanto ovvio che i ferri porta- pesci fossero particolarmente poveri e che solo 17 atleti su 32 avessero prede valide per la classifica .

Si è aggiudicato la gara  Bemi Marco con 3798 punti sopravanzando Della Spora Fabio con 3520 punti e Grassellini Matteo che , grazie al “bonus “ per la preda più grossa , totalizza 2484 punti .

Al 4° posto Montomoli Antonio con 1844 punti davanti a Ciampi Renzo con1384 punti e Vella Antonino con 1236 punti . Al 7° posto si piazza Raimo Salvatore con 1230 ed all’8° Iacucci che precede Granchi Diego e Di Puccio Massimo .

Subito dopo la pesatura , i dirigenti ed i soci dell’ Arci pesca S. Vincenzo si sono prodigati nel servire un ottimo pranzo ristoratore , graditissimo dai numerosi partecipanti , cui è seguita la premiazione di rito .

Con la classifica della giornata si definiscono alcune situazioni e se ne delineano altre : se le gare fossero terminate con la gara di S. Vincenzo , i  TOP SEVEN qualificati sarebbero  Trambusti Gaio ( 3-1-2 ) , Bemi Marco ( 2-5-1 ) , Manciulli Stefano ( 1-1-8 ) , Granchi Diego ( 3-2-9 ) ,Montomoli Antonio ( 6-4- 4 ) Della Spora Fabio ( 12 -1 -2 ) , Vella Antonino ( 8-3-6 ) e Graziani Gabriele  ( 6-2-9 ) .

Con la prova di domenica  25.maggio a Pontedoro ( Piombino ) però tutto potrebbe ancora accadere dato che la certezza matematica per la qualificazione , per adesso , l’hanno solamente i primi tre .

Infatti hanno grosse possibilità di inserimento Macchi Giampaolo ( 5-1 ) , Grassellini Matteo ( 4 3 ),

 , Ciampi Renzo ( 3- 5 ) , Zanaga Michele ( 6- 4 ) , Zannoni Marco ( 7- 4 ) ,

Diversi Francesco( 4- 7 ) ,Raimo Salvatore ( 5- 7 ) ,Scuto Salvatore( 7-6 ) ,Bartalotta Giuseppe ( 7- 8).

Ricordando che lo scorso anno l’ultimo dei TOP SIX  ( Cagnolati Leonardo ) si classificò con 17 punti , è evidente che tutti i giochi sono ancora da fare e che la prova di domenica 25 sarà veramente decisiva  per mantenere le posizioni guadagnate , per migliorare punteggi acquisiti , per acciuffare in extremis il risultato risolutore

Arrivederci perciò tutti a Piombino !! .

 

 

                                                                                                                      VELLA Antonino

e-mail: info@lnisubfollonica.it

|  Home Page  |  La Classifica  |  Gare 2007 2008  |  Vedi Foto |