RINVIATO IL TROFEO POLOSUB

 

 

Domenica 21/05/2006 presso la sede della L. N. I. di Civitavecchia, alle ore 8, si sono ritrovati gli organizzatori e gli atleti provenienti da tutta Italia per dar vita al Trofeo Polo Subdi Pesca in Apnea. Purtroppo per i 42 atleti c’è stato l’amara sorpresa di sapere che i tesserini provvisori in loro possesso non erano validi per poter disputare la gara.

A nulla sono valse le proteste dei partecipanti né la testimonianza che tali tesserini provvisori erano stati giudicati validi la Domenica precedente ( Livorno 14/05/06 ) per la disputa del Campionato Toscano per Società.

Il commissario federale, regolamento alla mano, ha  dimostrato di essere nel giusto e, dopo una serie di telefonate alla Federazione, alle 09,30 ha dichiarato che si poteva trovare un accordo di “ gara sub sudice “ riservandosi cioè di convalidare i risultati dopo aver ricevuto, dalle sezioni provinciali di appartenenza, le certificazioni mediche.

Questa possibilità ha, ovviamente, trovato difficoltà ad essere applicata per cui il direttore di gara ha risolto il caso dichiarando che la gara “ sospesa e rinviata a d.d.d. “ per cause meteo-marine. Così la colpa è stata data al maltempo pur di salvare dall’ennesima figuraccia la Federazione che, con le nuove tessere ha creato una disfunzione nelle consegne che ancora oggi (fine Maggio) non è ancora stata colmata.

Sia chiaro che il maltempo non c’entrava niente tant’è che molti atleti, provenienti dalle più disparate regioni  d’Italia, pur di non perdere la giornata, si sono comunque vestiti ed immersi nel campo di gara.ci sorgono spontanee una serie di domande:

dato che la Federazione si lamenta delle aziende del settore perché non si interessano del mondo delle gare, cosa dovrebbe dire il responsabile  della Polo Sub che su questo evento ha investito sia in immagine che in  denaro?

E’ possibile che i commissari federali operino in modo personale senza avere direttive univoche ?

Dato che conosciamo e stimiamo personalmente i commissari federali Lilla ( Livorno ) e Quaglia

( Civitavecchia ) che sicuramente hanno operato in buona fede, dove sta l’errore di valutazione del caso ?

Quando finirà la Federazione di riempirci di tesserini inutili e che, per giunta, non arrivano mai ?

Come si potranno disputare le prossime gare, Campionati Italiani assoluti e per società, previsti entro metà Giugno se i tesserini definitivi non  saranno arrivati ?

Tra gli atleti presenti alla competizione  abbiamo visto dei volti di nuovi giovani che ci avevano dato da sperare per il futuro della disciplina; qualcuno avrà voglia di scusarsi anche con loro a nome della federazione spiegando che questi avvenimenti non accadranno mai più ?

Chissà se in Federazione qualcuno sarà ritenuto responsabile o se si scaricheranno le colpe magari sulle Poste o sulle agenzie di consegna ?

Non vogliamo neanche immaginare che si sia voluto penalizzare una gara generica che, nel circuito delle gare ufficialmente in calendario, raccoglie un così alto consenso di partecipazione più di tante altre gare F.I.P.S.A.S. di qualificazione !

Non vorremmo neanche che si pensasse che questo sfogo sia dettato da altri fini se non quelli di fare chiarezza sui regolamenti, sulle circolari normative e consentire agli organi federali di lavorare sapendo che dietro c’è una base attiva ed attenta che aspetta risposte certe e rispetto totale.

                                                                                           Prof. Vella Antonino 

                                                                                              L.N.I. Sub Follonica

 e-mail: info@lnisubfollonica.it

|    Home Page  |