34° TROFEO GOLFO DEL SOLE  FOLLONICA

 

Domenica 12/06/2005 si è disputato, nelle acque del Golfo di Follonica il 34° Trofeo Golfo del Sole organizzato dala L.N.I. Sub Follonica. Alla partenza, avvenuta come al solito dallo scivolo della fiumara del Puntone di Scarlino, si sono presentati 25 atleti provenienti da varie parti d’Italia, i più lontani sono venuti da Taranto e da Modena mentre la maggior parte era composta da toscani.

Alle ore 08,45 la gara è iniziata, nel campo canonico delimitato a sud  dalla Colonia gialla e  a nord da Torre Mozza, con uno scirocco decisamente teso.

Fin dall’inizio alcuni atleti hanno preannunciato insieme al direttore di gara, ricorso avverso una imbarcazione che, a competizione iniziata, si è spostata con un atleta a bordo.

Nella prima ora di gara, mentre le catture stentavano ad arrivare, stupisce tutti l’atleta di Modena Gambetta Enrico che infila ben 5 verdoni dei sette che porterà infine al peso.

Le notizie parlano di catture rare e, per due ore e mezza, i carnieri  rimangono molto leggeri. Con il diradarsi delle nuvole  e la conseguente uscita del sole, pur con lo scirocco montante, le catture si sono fatte più serrate fino a realizzare, infine, dei carnieri di tutto rispetto.

Appena tutti gli atleti sono rientrati, un gruppo di questi, compreso il direttore di gara Bianchi Emilio, ha sporto reclamo avverso l’atleta Ghini Stefano che all’inizio della gara si è immerso a circa 1 km.dal punto di partenza. Il primo firmatario, seguito da altri 5 atleti testimoni, è stati Mazzarri Nilo che, essendo nella stessa imbarcazione del Ghini, ha voluto comunque partire nel punto prestabilito dagli organizzatori. A gara iniziata infatti, dopo che il Ghini si era fatto lasciare in acqua ad 1 km. di distanza, il Mazzarri si era fatto portare al punto di raduno dove ha iniziato la competizione.

Finita la pesatura e letta la classifica, il commissario federale Fusco Piero, il direttore di gara Bianchi Emilio, il vicedirettore Vinciguerra Claudio e Depetrillo Antonio insieme con il Presidente del Circolo  organizzatore Luciano Benini, hanno preso in esame il reclamo che è stato respinto per vizio di forma in quanto lo stesso è stato presentato nei tempi giusti, ma non era accompagnato dai 25 euro di tassa prevista. Dopo le logiche discussioni sul comportamento degli atleti e l’applicazione del regolamento in modo più o meno restrittivo, si è passati alla premiazione confermando la classifica.

 

ANTONINO VELLA

 

  | Home Page|La Classifica |