CAMPIONATO TOSCANO PER SOCIETA’ DI PESCA IN APNEA 2010

 

 

 

Domenica 24 Ottobre gli atleti del circolo LNI sub Follonica si sono aggiudicati il secondo posto nel campionato toscano per società di pesca in apnea. La manifestazione ha avuto luogo nelle acque del litorale di Quercianella.
Le premesse per lo svolgimento della gara, a causa delle precarie condizioni del mare, non erano fra le migliori, ma alle 8,45, dopo le ultime precisazioni sul regolamento e sui limiti del campo di gara forniti dal giudice federale,
la competizione ha avuto inizio.                                                                            

 I 27 atleti (tre per ogni formazione) rappresentanti le 9 società partecipanti, sotto le direttive del presidente del circolo CI.CA. SUB Guido Garibaldi di Livorno, hanno preso il via.
Nonostante le difficoltà create dal
la perturbazione atmosferica, la gara si è svolta nel migliore dei modi, sul campo di gara prescelto lungo la costa di Quercianella, grazie anche all'occhio vigile degli assistenti del circolo organizzatore.                                                                                                                         

Le imbarcazioni si sono dirette nelle varie direzioni alla ricerca del tratto di costa o delle “secche” ritenute più interessanti finchè, alle 13,50, scaduto il tempo a disposizione, tutti i partecipanti "hanno salpato le ancore" dei propri gommoni per dirigersi verso il grazioso porticciolo di Chioma dove si è svolta la pesatura del pescato e dove è stato offerto un rinfresco all’altezza della cordiale ospitalità dei livornesi; a seguire la cerimonia di premiazione che ha visto come protagonisti tutti gli atleti partecipanti, i dirigenti ed i soci del circolo organizzatore accompagnati e coadiuvati dalle gentili consorti.                                                                               

Ci sono stati premi e riconoscimenti per ogni squadra ma il podio, fra gli applausi di tutti, è andato dalle 3 società che si sono dimostrate più avvedute nel saper interpretare il campo di gara realizzando i carnieri più importanti: al terzo posto i padroni di casa del CI.CA SUB Garibaldi di Livorno, al secondo posto gli atleti del Circolo LNI sub Follonica (Corrado Burgassi, Alessandro Pacenti, Giacomo Bandini) mentre al primo posto si è piazzato il circolo virtuale di Apnea Magazine che ha sede a Grosseto.                                     

Ovviamente la sodisfazione all’interno del sodalizio follonichese è altissima dato che la squadra che è scesa in campo era composta, oltre al capitano Corrado Burgassi, dai due giovani emergenti Alessandro Pacenti e Giacomo Bandini che si sono tolti lo sfizio di mettersi alle spalle il pluriblasonato CiCaSub G. Garibaldi di Livorno e gli atleti versiliesi che solo una settimana fa si sono laureati Campioni d’Italia.                      

Ancora una volta la scuola subacquea follonichese ha dimostrato di essere all’altezza della situazione e di avere i ricambi giusti per poter proseguire quella tradizione che altri atleti hanno tracciato e che tanti trofei ha portato alla sede del Circolo Sub L.N.I Follonica.

                                                                                                           

                                                             ALESSANDRO PACENTI

 

 

CAMPIONATO TOSCANO PER SOCIETA’ DI PESCA IN APNEA 2010

 

Il campionato toscano 2010 di pesca in apnea si è svolto Domenica 25 ottobre nel tratto di mare compreso tra il porticciolo di Chioma (Quercianella) e Punta Righini (Castinglioncello).
Sotto l'attenta organizzazione del Ci.Ca.Sub Garibaldi, 9 squadre si danno appuntamento alle 7 di mattina sotto un cielo plumbeo e minaccioso, ma con mare calmo e leggero vento da sud ovest.
La preparazione del giorno prima non lascia sperare in abbondanti carnieri anche se alcuni atleti raccontano di avvistamenti di dentici e grosse palamite sui cigli antistanti il porticciolo e con acqua relativamente chiara e temperatura ancora accettabile (19 gradi).
Le condizioni meteo, come annunciato, cambiano nella notte ed i fiumi della zona riversano in mare il loro mix di fluidi micidiali per la visibilità; infatti buona parte del sottocosta è impraticabile e siamo costretti ad inventare un piano di riserva.
Le catture languono e la giornata alterna scrosci d'acqua a fugaci lampi di sole, il che rende il pesce pressoché introvabile.
Intanto il vento di sud-ovest rinforza e ripulisce alcuni tratti. Le zone rocciose del sottocosta davanti al Fortullino e Scaglietti, si rivelano nella loro affascinante bellezza: tane passanti, grotte e cunicoli bui, massi, ce n'è per tutti i gusti e penso che un tempo dovevano per forza essere rifugio di saraghi, corvine, cernie. Purtroppo sono tutte inesorabilmente vuote, ma meritano sempre future esplorazioni invernali.
Il nostro carniere evita il cappotto grazie ad un acuto del costante presidente Fabrizio Lachi, autore della cattura di una corpulenta e solitaria salpa di 480 grammi, scovata nel sottocosta e fulminata con un preciso tiro.
Considerata la "pescosità" della zona decidiamo di non effettuare lo spostamento intermedio e ci dirigiamo verso l'estremo nord del campo gara dove sono presenti anche altre squadre.
La giornata è funestata dalla perdita del mio amato gps portatile su cui avevo segnato un centinaio di mire, tra tane di saraghi e ... porcini, alcune delle quali cautamente copiate su Google Earth.
Allo scadere delle 5 ore di gara in pochi minuti rientriamo in porto per la consegna del (poco) pescato ed abbiamo conferma che i carnieri sono esigui, con molti pesci al limite del peso minimo.
La pesatura infatti si svolge in meno di 20 minuti e la bilancia decreta inesorabilmente svariati cappotti.
Il team Apnea Magazine (Volpe, Castagnola, Lorenzi), con tre prede e due specie si conferma campione toscano, seguito dal giovane team di Follonica (Burgassi, Bandini) e dai padroni di casa livornesi (Mattera, Baroncini, Sighieri).
Il GAS Siena, con Lachi, Bolognesi ed il sottoscritto, si piazzano al quinto posto e portano a casa l'ennesima coppa che va ad arricchire la bacheca del team senese. Ad onor del vero il discreto piazzamento (o diciamo pure l'evitata "zotta") è anche merito dell'energetica porzione (o pozione) di "rotolo con gli spinaci" preparata per la squadra la sera prima da mia moglie Patrizia, una tradizione da non perdere.
La premiazione si svolge nell'accogliente struttura del circolo della pesca di Chioma, con abbondanti libagioni e con l'immacabile liquore "regali fi'i" del mitico Piero Lilla.
Il video della premiazione e' visibile su youtube.

                                                                             
                                              ANTONIO MONTOMOLI

                                                                           

e-mail: info@lnisubfollonica.it

|  Home Page  |  La Classifica  |  Gare 2009 2010  |  Vedi Foto |