32°TROFEO  "R. FRANCINI"

 

TALAMONE 29/09/2002  alle ore 7,30 ci troviamo tutti al porticciolo turistico di Talamone dove dopo aver salutato l’inossidabile Paganucci e gli altri amici grossetani, inizia l’iscrizione degli atleti e il varo dei gommoni dallo scivolo del porto. Una volta terminato risulteranno iscritti 28 atleti che permetteranno di assegnare alla gara il coefficiente 1. Si parte per raggiungere il campo di gara.Alle ore 9,20 il giudice di gara, dopo aver specificato il peso minimo delle prede (250gr.) dà il via alla gara. C’è da dire che l’acqua era molto torbida si vedeva al massimo due metri e in qualche punto anche meno, e dire che il giorno prima, a detta di chi era andato a vedere il campo di gara, c’era una visibilità di 10 metri. Comunque la gara è iniziata, quindi pensiamo a prendere i pesci. Gli atleti si dividono in tre gruppi chi va verso il Frontone, chi verso Capo d’Uomo e la maggioranza,  come il sottoscritto, staziona  alle Cannelle nel centro del campo gara.In superficie i mezzi dell’assistenza del circolo organizzatore e il medico vigilano per la sicurezza  e la buona riuscita della manifestazione. Dopo un paio d’ore di gara, per  sommarie informazioni ricevute, alcuni atleti avevano già messo in carniere chi una o due prede. Massimiliano Volpe che pescava nella stessa zona mia, intanto aveva già 4 pesci, una salpa, un cappone, un sarago ed un ciliegia a peso. Alla fine delle 4 ore dopo aver fatto  le solite domande di fine gara ( quanti pezzi ? ecc. ecc.) e visto la cesta dei pesci si capiva che chi aveva tre pesci era messo bene. Tanti carnieri come il mio, erano speranzosi ma al limite e dovevano affrontare la forbice della bilancia. Infatti recuperati tutti i gommoni, partiamo alla volta di Grosseto dove ha sede il circolo organizzatore per la pesatura delle prede, che, a parte un grosso sarago di Zanaga e un serra di Chiozzi, per il resto tanti pesci sono stati scartati per pochi grammi, come due dei tre che avevo io, uno per 8 e uno per 6 grammi.Alla fine  Volpe con 5 pesci ha la meglio e vince, seguito da Calvino e da Natale  del Club Subacqueo Grossetano con 3 e 2 pezzi  e da Burgassi della  L.N.I. Follonica con due( vedi classifica). C’è da dire che per la scarsa visibilità dell’acqua gli atleti si sono comportati egregiamente infatti su 28 iscritti ben 16 si sono piazzati. Ancora una volta questo tratto di mare si è dimostrato generoso. Dopo aver assistito alla premiazione ci salutiamo tra tutti gli atleti dandoci appuntamento alla Domenica successiva per la Selezione dell’Argentario.

                                                                                                      Bartalotta G.

                                                                           

|   La classifica   |  Torna a gare 2002   |    Home Page  |  Le Foto |