DOMENICA  13 NOVEMBRE  2011

 

XXXX°  COPPA  TESEO  TESEI           Isola d’Elba

 

Alle ore 6,20 circa, al molo del Porto di Piombino, arrivano alla spicciolata alcune auto che scaricano attrezzature subacquee e vocianti ( alcuni insonnoliti ) atleti “ continentali” pronti ad imbarcarsi per l’Isola  d’Elba, alla volta di Portoferraio, dove saranno caricati per raggiungere la sede del Teseo Tesei.

Dopo la pausa estiva, questa è la prima gara in programma per cui i vecchi atleti si confondono con i ( pochi ) nuovi ed è l’occasione per raccontare le mirabolanti imprese dell’estate appena trascorsa.

I ragazzi pendono letteralmente dalle labbra di alcuni narratori, altri sorridono sotto i baffi riconoscendo nei racconti storie già ascoltate in precedenza con piccole varianti; altri si preoccupano di conoscere le condizioni del mare e dell’eventuale presenza di pesce mentre alcuni, i più stanchi, dormono rannicchiati sugli scomodi ( per dormire )sedili della Toremar.

Nell’ora di traghetto tutti hanno modo di ritrovarsi o di conoscersi ed alla fine, arrivati a Portoferraio, ci si aiuta reciprocamente a scaricare e ricaricare le attrezzature sulle auto degli amici elbani che, puntualissimi e sorridenti  come sempre, ci aspettano e velocemente ci portano alla loro comodissima sede.

Sbrigate  con rapidità le pratiche di iscrizione, gli atleti si imbarcano sui numerosi mezzi messi a disposizione dai soci che si avviano verso i due punti di partenza.

Sotto il controllo del Giudice di Gara Walter Lera, alle 8,45 la competizione ha inizio con gli atleti che si sono distribuiti equamente sulle due zone distinte; dai “ rossi “ molti puntano decisamente verso la pinetina mentre alcuni tornano indietro verso lo spiaggione.

Il gruppo che ha preferito fermarsi al primo punto di raccolta si divide fra quelli che tornano verso Nisporto ed i rimanenti che puntano decisamente dalla parte opposta.

C’è una leggerissima corrente da Est verso Ovest ( da Capo Vita verso Portoferraio ), l’acqua non è proprio limpida , ma per i “continentali” i 10 metri vanno benissimo.

Alla fine delle quattro ore, facendo il confronto fra la media dei carnieri e le prede che li compongono, tutti sono concordi nel riconoscere che il 2°campo ( quello verso Capo Vita ) quest’anno si è dimostrato più generoso pur nella penuria generale di pesce.

Purtroppo  mancheranno le ricciolette e i cefali che, quando sono presenti, arricchiscono i carnieri e rendono le quattro ore di gara interessanti e cariche di continue aspettative.

Alcune belle prede ( corvine e capponi ) superiori al Kg insieme a qualche sarago di notevole taglia, nobilitano la prova che alla fine vede prevalere su tutti il giovane ( e ormai più che una speranza ) Sascha Orsi che con 5 prede, 4 specie per 5168 punti regola l’affermato Gaio Trambusti che con 5 prede, 2 specie per 4475 punti si pone sul gradino d’onore seguito dal cecinese Diego Granchi ( 4 prede, 3 specie e 4313 punti).

Seguono al 4° posto Lorenzelli Giampiero ( S. Vincenzo) , al 5°Massimiliano Volpe ( Apnea Magazine), al 6° Simone Giudici ( Vignola ), al 7°Gabrescek Samo ( sub Giarruso) tutti con tre prede mentre all’8° posto troviamo il follonichese Bandini Giacomo che apre la serie degli atleti con due prede, seguito al 9° posto da Poggioli Roberto , al 10° Bemi Marco , all’11°Sighieri Marco seguito, al 12° posto , da Stefano Ghini.

Ancora 6 atleti con una preda valida per arrivare ai 18 qualificati su 32 partecipanti stanno ad indicare le non eccezionale quantità di pescato a differenza di altri anni.

Purtroppo la stagione non è stata proprio delle più propizie ( la gara infatti era stata rimandata e la settimana precedente c’è stata una forte alluvione con danni ingentissimi), e la generosità degli organizzatori del Teseo Tesei ha messo a disposizione dei danneggiati il ricavato della manifestazione e gli accompagnatori hanno rinunciato al rimborso benzina.

Ancora una volta è da encomiare tutta l’organizzazione( comprese le compagne dei soci ) che si è dimostrata all’altezza della manifestazione con un rinfresco decisamente abbondante, un’accoglienza calorosa, operazioni di pesatura con punteggi proiettati su schermo gigante in diretta, premiazioni puntuali e simpatiche ed operazioni di navetta perfette tanto che siamo riusciti a prendere la nave delle 17.

Un ringraziamento particolare agli amici che ci hanno scarrozzato con le loro auto(uno per tutti Gaio) e ai personaggi che hanno voluto onorarci con la loro presenza e con la collaborazione anche in mare ( vedi Natalino con Renzo  ).

Arrivederci a domenica prossima 20 Novembre a Talamone per la 2° prova selettiva organizzata dal Club Sub Grossetano. 

 

                                                                             Antonino Vella

 

e-mail: info@lnisubfollonica.it

|  Home Page  |   La classifica | Le Foto  |